Contributo di solidarietà regionale per i nuclei familiare assegnatari di alloggi comunali

Pubblicato il 23 novembre 2022 • Bandi e concorsi , Casa

Il contributo è rivolto ai nuclei familiari assegnatari di servizi abitativi pubblici (SAP) in situazione di vulnerabilità economica e in difficoltà a sostenere i costi della locazione sociale.

Con Regolamento Regionale 10 ottobre 2019, n. 11 la Giunta Regionale ha dato attuazione all’art. 25 della L.R. 16/2016 disciplinando le condizioni di accesso, la misura e la durata del Contributo.

Con DGR XI/6732 del 25/07/2022 è stabilito che il contributo di solidarietà per gli assegnatari in comprovate difficoltà economiche aventi requisiti di cui all’art. 6 del R.R. 11/2019 contribuisce al pagamento dei servizi a rimborso dell’anno di riferimento e dell’eventuale debito pregresso, a condizione che l’assegnatario corrisponda il pagamento del canone di locazione per l’anno 2022.

I nuclei familiari che possono presentare domanda sono quelli assegnatari di servizi abitativi pubblici che si trovano in condizioni di comprovate difficoltà economiche, tali da non aver consentito il regolare pagamento del canone di locazione e  delle spese accessorie.

 

DESTINATARI DEL BANDO E REQUISITI

Possono presentare domanda per l’assegnazione del contributo regionale di solidarietà i nuclei familiari dei servizi abitativi pubblici in possesso dei seguenti requisiti:

REQUISITI DI ACCESSO (devono essere posseduti alla data di pubblicazione dell’avviso):

  • appartenere alle aree di PROTEZIONE, ACCESSO e PERMANENZA ai sensi dell’art. 31 della L.R. 27/2009;
  • essere assegnatari da almeno ventiquattro (24) mesi di un servizio abitativo pubblico;
  • possedere un ISEE del nucleo familiare, in corso di validità, inferiore a 9.360 euro;
  • non avere provvedimenti di decadenza (vedi art. 6 Regolamento Regionale 10ottobre 2019, n.11 e art.25 del Regolamento Regionale n. 4/2017);
  • possedere una soglia patrimoniale corrispondente a quella prevista per l’accesso ai servizi abitativi pubblici dall’art.7, comma 1, lettera c), punti 1) e 2) del Regolamento Regionale 4/2017.

Gli assegnatari dei servizi abitativi pubblici, in possesso dei suddetti requisiti devono, altresì, impegnarsi a: mantenere aggiornata la propria posizione anagrafica ed economico-patrimoniale nell'ambito dell’anagrafe utenza, partecipare ai programmi definiti con i servizi sociali comunali, collaborare con l'Ente proprietario attivando eventuali e specifici interventi di volontariato per perseguire il miglioramento del contesto abitativo, sociale e relazione degli stabili SAP.

 FINALITÁ DEL CONTRIBUTO: Il Contributo Regionale di Solidarietà è annuale e copre il pagamento dei servizi a rimborso dell’anno 2022 nonché l’eventuale debito pregresso della locazione sociale. 

MODALITÁ DI ASSEGNAZIONE E GESTIONE: Come previsto dal Regolamento Regionale 10 ottobre 2019, n.11, il Responsabile del Procedimento è la dott.ssa Viola Serena  ed  il nucleo di valutazione tecnico che provvederà a valutare le domande ricevute verificando il possesso dei requisiti e le comprovate difficoltà economiche.

I beneficiari saranno inseriti in graduatoria sulla base del valore ISEE (ordinamento crescente) e il Contributo assegnato fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

 

MODALITÀ E TEMPI PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda di accesso al contributo regionale di solidarietà, può essere presentata entro e non oltre il 27/12/2022 :

Il richiedente deve compilare la domanda in ogni sua parte, utilizzando il modello allegato,  sottoscriverla e allegare fotocopia della carta di identità e eventuale documentazione richiesta, pena la non ammissibilità della stessa.

domanda_contributo_solidarieta
Allegato formato docx
Scarica